"È davvero difficile vedere un amico soffrire tanto. Soprattutto quando non puoi fare niente, apparte “essere lì” per lui. Vorrei aiutarlo a riprendersi, ma non posso. Così, mi limito a seguirlo ogni volta che vuole mostrarmi un pezzo del suo mondo."
- Noi siamo infinito (via onedayiwillchangemyfaith)
"

Una volta, su un pezzo di carta gialla con le righe verdi,
scrisse una poesia,
e la intitolò “Chops”
perché quello era il nome del suo cane.
E i versi parlavano di lui.
Il professore gli diede una A
e una stella dorata;
e sua madre la appese alla porta della cucina
e la lesse a tutte le sue zie.
Era l’anno in cui Padre Tracy
portò tutti i ragazzi allo zoo,
e li lasciò cantare sull’autobus;
l’anno in cui nacque la sua sorellina,
con quelle unghiette minuscole, senza capelli,.
Sua madre e suo padre si baciavano sempre,
e la ragazza che abitava dietro l’angolo gli mandò
un biglietto di San Valentino con una fila di X,
e lui dovette chiedere a suo padre che cosa significassero.
E suo padre la sera, gli rimboccava sempre le coperte.
Era sempre pronto a farlo.
Una volta, su un pezzo di carta bianca con le righe blu,
scrisse una poesia,
e la intitolò “Autunno”,
perché quella era la stagione che stava vivendo,
e i versi parlavano di questo.
Il professore gli diede una A
e gli chiese di scrivere in modo più chiaro;
sua madre non la appese alla porta della cucina,
perché aveva appena imbiancato.
E i ragazzi gli dissero
che Padre Tracy fumava sigari,
e lasciava i mozziconi sui banchi,
e a volte questi facevano dei buchi.
Era l’anno in cui sua sorella mise gli occhiali
con le lenti spesse, e la montatura nera;
e la ragazza che abitava dietro l’angolo rise,
quando le chiese di andare a vedere Babbo Natale.
E i ragazzi gli spiegarono perché
i suoi genitori continuavano a baciarsi:
suo padre non gli rimboccava mai le coperte,
e s’infuriava
se glielo chiedeva piangendo.

Una volta, su un pezzo di carta strappato dal suo taccuino,
scrisse una poesia,
e la intitolò “Innocenza: una domanda”,
perché quello era il quesito che si poneva su di lei,
e i versi parlavano di questo.
Il suo professore gli diede una A,
e gli lanciò uno sguardo strano, serio;
e sua madre non la appese alla porta della cucina,
perché non gliela fece mai leggere.
Era l’anno in cui Padre Tracy morì,
e lui dimenticò come finiva
il Credo degli Apostoli.
Sorprese sua sorella a fare sesso
in veranda, sul retro;
e sua madre e suo padre non si baciavano mai,
e non si parlavano.
E la ragazza che abitava dietro l’angolo
si truccava troppo,
e lui tossiva quando la baciava,
ma la baciava lo stesso,
perché era la cosa giusta da fare.
Alle tre del mattino si infilava nel letto,
e suo padre russava rumorosamente.

Ecco perché, sul retro di un sacchetto di carta marrone,
provò a scrivere un’altra poesia,
e la intitolò “Il nulla assoluto”,
perché i versi, in realtà, parlavano di questo.
E si diede una A,
e si tagliò i suoi dannatissimi polsi.
E la appese alla porta del bagno,
perché questa volta, pensò, non sarebbe riuscito
a raggiungere la cucina.

"
- Noi siamo infinito (via shades-of-kat)

andurils-light:

"You went out in the middle of a blizzard to leave a wrapped gift for a dead man?!"

"It’s Sherlock. I think he would feel happier with just the mystery of a wrapped present."

My Sweet Prince

serge-the-llama:

Never thought you’d make me perspire.

Never thought I’d do you the same.

Never thought I’d fill with desire.

Never thought I’d feel so ashamed.

Me and the dragon 

Can chase all the pain away.

So before I end my day,

Remember..

My sweet prince- 

You are the one

My sweet prince-

You are the one

Never thought I’d have to retire

Never thought I’d have to abstain

Never thought all this could back fire

Close up the hole in my vein

Me and my valuable friend

Can fix all the pain away

So before I end my day

Remember


My sweet prince-

You are the one

Never thought I’d get any higher

Never thought you’d fuck with my brain

Never thought all this could expire

Never thought you’d go break the chain

Me and you baby,

Still flush all the pain away

So before I end my day

Remember

My sweet prince-

You are the one

alessiapelonzi:

"Grief"
“I did not know how to reach him, how to catch up with him… The land of tears is so mysterious.” 
Antoine de Saint-Exupéry, The Little PrincePrints available here:REDBUBBLESOCIETY6Please, don’t repost! Just reblog, thanks! :)

alessiapelonzi:

"Grief"

“I did not know how to reach him, how to catch up with him… The land of tears is so mysterious.” 

Antoine de Saint-Exupéry, The Little Prince


Prints available here:

REDBUBBLE
SOCIETY6


Please, don’t repost! Just reblog, thanks! :)